abbigliamento softair tuta mimetica cecchino

Abbigliamento softair, ghillie suit e consigli di mimetizzazione softair

Che tu sia un softgunner esperto o un novellino alla prima partita: il giusto abbigliamento softair può fare la differenza. Ovviamente con significa che indossando una ghillie suit da softair diventerai il miglior giocatore del mondo, e nemmeno che con una tuta mimetica vegetata sarai trasformato nel ninja dei boschi. Ci sono infatti molti altri fattori che possono renderti più o meno facile da individuare ed è bene che tu li conosca tutti, perchè una buona mimetizzazione vale quasi quanto un buon fucile softair.

In questo articolo andremo a parlare di:

  • Suoni e odori
  • Forma, ombra e riflesso
  • Associazione
  • Conformazione del terreno

Inoltre ti insegnerò a scegliere la mimetica softair giusta per ogni situazione e ruolo che affronterai nelle tue partite. Andremo anche a conoscere i modelli di tuta mimetica e ghillie suits softair con il miglior rapporto qualità-prezzo.

Abbigliamento softair e ghillie suits: Indice

L’arte del camuffamento militare ha origini antiche. Già nell’800 diversi eserciti sfruttavano tute da combattimento monocolore adatte a confondersi con l’ambiente circostante. Fu però nel 1915 che per la prima volta venne istituito un vero e proprio reparto dedicato al camuffare le divise dei soldati. Questo gruppo di artisti e pittori francesi, dediti a provvedere al mimetismo delle divise militari, prese il nome di sezione speciale camoufleurs ovvero dei camuffatori.

La storia e l’evoluzione delle tecniche di mimetizzazione è interessante per chiunque voglia imparare a scegliere l’abbigliamento softair a seconda del terreno di gioco. Per questo motivo ti lascio un approfondimento sulla storia del camuffamento militare e l’evoluzione delle tute mimetiche.

Un discorso leggermente diverso va fatto sulla mimetizzazione dei cecchini softair. Dovendo muoversi meno rispetto agli altri ruoli e avendo nell’arte della mimetizzazione il proprio principale alleato, è indispensabile che un cecchino scelga un abbigliamento softair adeguato al suo ruolo. Questo significa che oltre a utilizzare tessuti mimetici, può e a volte deve camuffarsi con la vegetazione. Da questa necessità nascono le ghillie suit anche dette ghillies.

Si tratta di speciali tute mimetiche, spesso artigianali, che oltre a camuffare mediante i colori, aumentano la capacità di mimetizzazione rendendo irriconoscibile la sagoma del cecchino. Eccovi un esempio di ghillie suit:

fucili cecchini softair migliori 2018

Le ghillie suit softair non differiscono poi molto da quelle reali. Sono spesso realizzate ancorando alla tuta mimetica una moltitudine di frange di altre vecchie tute mimetiche. In alcuni casi possono anche essere realizzate sul posto utilizzando rami e foglie. Ma prima di approfondire questo genere di tecniche, parliamo di abbigliamento softair classico.

Consigli abbigliamento softair per principianti

Prima ancora di addentrarci nella scelta dell’abbigliamento da softair vorrei fare una premessa per tutte quelle persone che stanno leggendo questo articolo in preparazione della loro prima partita. Per la tua prima esperienza nel mondo del softair non hai bisogni di fare acquisti. Il mio consiglio è quello di iniziare contattando un’associazione nelle vicinanze.

La maggior parte delle associazioni di softair sono felici di prestare o noleggiare l’equipaggiamento per le prime partite di prova. L’unica spesa che dovrai sostenere è quella di assicurazione annuale che costa poche decine di euro (di solito 20 o 30 euro). Perciò non comprare l’abbigliamento softair o il fucile prima di iniziare a giocare. I motivi sono molti e i più importanti due:

  • Molte associazioni hanno un dress code e vogliono che le tute softair degli iscritti rispettino una serie di criteri cromatici
  • Giocando le tue prime partite capirai molto più facilmente quali sono le tue esigenze in termini di mobilità e di maneggevolezza dell’arma

Potrei elencare decine di altri motivi ma questi due mi sembrano sufficienti a convincerti che l’acquisto dell’abbigliamento softair deve avvenire solo dopo le prime partite e dopo aver raccolto informazioni sul regolamento per gli iscritti al club.

Ti consiglio di leggere anche questo interessante articolo se vuoi una mini guida alla tua prima esperienza con il softair.

Mimetizzazione nel softair

La mimetizzazione nel softair, trae ispirazione dal mondo reale. Le tecniche di camuffamento di linee, contorni, riflessi e ombre sono le medesime che utilizzerebbe un vero soldato. Qui di seguito andremo a evidenziare alcuni degli aspetti principali che contribuiscono a renderti meno individuabile durante una partita. Ovviamente questo dipende in buona parte dal fatto che il tuo abbigliamento softair sia adeguato al tipo di ambiente in cui andrai a giocare.

La miglior tuta mimetica softair vegetata sarà visibile come un faro nella notte in un ambiente urbano. Allo stesso modo una ghillie suit studiata ad arte per confondersi nella neve sarà inutile in un paesaggio estivo. I fattori principali da analizzare per decidere la texture più utile per un determinato campo di gioco sono due:

  • Tonalità cromatiche dell’ambiente: colori, ma anche tipo di vegetazione (se presente) e stagione
  • Ora del giorno e luminosità dell’ambiente: presenza di ombre e durata della partita

Andiamo ora a vedere quali sono gli elementi principali da sfruttare a proprio vantaggio per ottenere un buon grado di mimetizzazione a prescindere dall’abbigliamento softair scelto:

Suoni e odori

Per quanto riguarda i suoni mi sembra scontato dire che un passo felpato e silenzioso sia una delle abilità fondamentali da sviluppare giocando a softair. Ma non è tutto: i suoni di cui dovrai preoccuparti maggiormente sono altri. Mi riferisco a cose come il tintinnio dell cinghia del fucile softair non ben tirata, i caricatori che sbattono fra di loro nello zaino, la radio che fa un fruscio di sottofondo e molti altri fattori di cui dovrai preoccuparti prima di ogni partita.

Fai in modo che ogni cinghia sia ben tirata, che ogni accessorio nello zaino sia ben riposto e che le cose metalliche siano avvolte singolarmente in un tessuto oppure crea dei piccoli scompartimenti con la gomma piuma. Abituati ad usare un tono di voce molto basso e sussurrato e impara prima possibile i principali gesti con cui una squadra softair coordina le proprie azioni di gruppo.

Per quanto riguarda gli odori, ti stupiresti quanto sia ben allenato l’olfatto di un militare. In misura ridotta lo è anche quello dei softgunners e per quanto possibile evita di fumare prima di una partita, non usare profumo e scegli un deodorante senza alcool (hanno un odore molto meno intenso). Inutile dire che in caso di partite maratona, l’accensione di un fuoco notturno è un grave rischio sia per l’identificazione sia per l’odore di cui si impregnerebbero i vestiti. Se ti trovi nella situazione di doverlo accendere, lascia a distanza la giacca della tua tuta mimetica da softair.

Forma, ombra e riflesso

abbigliamento softair per la mimetizzazione

Osserviamo insieme l’immagine qui sopra. Si tratta di un cecchino con tuta mimetica, nascosto nella boscaglia. Per quanto si sia impegnato per camuffarsi, possiamo notare alcuni errori di mimetizzazione. La forma del fucile ad esempio è ben riconoscibile. Soprattutto la forma del calcio, si distingue chiaramente rispetto ad ogni altro elemento circostante.

Stesso discorso per il riflesso del viso e del collo che risultano molto luminosi, anche nelle situazioni di scarsa illuminazione, perchè riflettono la luce. Il cecchino nella foto ha tentato di camuffarsi colorando il viso, ma la porzione di collo scoperta è chiaramente in contrasto con qualsiasi altro colore nei paraggi. A maggior ragione di notte, risulterebbe chiaramente visibile riflettendo i raggi lunari.

Vediamo quindi come evitare di vanificare il nostro lavoro di mimetizzazione. Per quanto riguarda la forma dell’equipaggiamento, il modo migliore di rendersi meno distinguibili è quello di rompere le linee. Ad esempio avvolgendo il tuo fucile softair con del nastro mimetico o brandelli di vecchie tute mimetiche in tutti i punti non meccanici. Renderne meno distinguibile la sagoma è un passo avanti verso la mimetizzazione perfetta. Stesso discorso vale per elmetto e zaino, che devono essere il più possibile indistinguibili dagli elementi circostanti.

Sfruttare le ombre naturali ed evitare di proiettare la propria ombra in campo aperto è un altro fattore importante nel camuffamento softair. Se ben nascosto all’ombra di un edificio sarai indistinguibile anche ad un giocatore con binocolo, a patto che tu ti sia premurato di non avere superfici riflettenti come occhiali, piastrine, cinture e binocolo. Allo stesso tempo controlla sempre la posizione della tua ombra, soprattutto se essa rischia di proiettarsi al di là di un angolo oltre il quale potrebbero esserci avversari.

Infine come accennato in precedenza, il riflesso è uno dei peggiori nemici della mimesi. Oltre a tutti gli oggetti metallici lucidi e alla lenti di occhiali, binocolo e mirini ottici, la pelle è uno dei maggiori riflettenti. Per questo motivo esistono creme mimetiche apposite per spezzare i contorni del viso e renderli indistinguibili all’interno dell’ambiente. La notte poi la pelle è in grado di riflettere abbondantemente i raggi lunari e rivelare la tua posizione.

Associazione

Il principio di associazione è sempre stato largamente utilizzato in campo militare durante le ricerche. Basti pensare agli inseguimenti di orme e all’analisi dei residui di fuochi da campo. Tutto ciò che può essere associato alla tua presenza o al tuo passaggio è una fonte di pericolo. Per questo motivo nel softair è bene imparare a non lasciare orme sul terreno, a camminare dove la vegetazione ricopre il terreno e a evitare assolutamente di camminare nel fango o nella neve fresca.

Conformazione del terreno

In ultimo, la cosa più importante: l’analisi delle tonalità di colore circostanti, del tipo di vegetazione e del tipo di luce. Tutti gli aspetti che abbiamo considerato fin’ora sarebbero superflui se utilizzaste una mimetica da deserto in ambiente urbano o una vegetata in un paesaggio innevato. Per questo motivo a prescindere da tutto dovete decidere quale abbigliamento softair scegliere in base al campo di gioco che andrete a occupare. Ad esempio:

  • Nel bosco a prevalere sono le uniformi softair vegetate con colori verdi marroni e neri alternati
  • Nelle aree desertiche o secche, ad esempio giocando nel sud Italia in estate, i toni prevalenti sono quelli del giallo, marrone chiaro e grigio
  • Nei campi di gioco urbani, hanno grande prevalenza i diversi toni del grigio e il nero
  • Negli scenari innevati l’abbigliamento softair migliore è in toni di bianco e grigio in caso di neve abbondante, oppure bianco, grigio, marrone e verde in caso di neve a chiazze. In caso di terreno innevato ma con il resto del campo di gioco privo di neve, si può anche optare per pantaloni bianchi e casacca vegetata.

Mimetizzazione cecchino softair

Nel softair, i giocatori ad avere maggiori necessità e benefici dalla mimetizzazione sono senza dubbio i cecchini. Avere un abbigliamento softair adeguato a camuffarsi alla perfezione, significa per un cecchino poter sparare anche due, tre, quattro volte, dallo stesso punto senza farsi identificare. In questo di certo aiutano i fucili sniper softair a molla. Il fucile softair a molla è nettamente più silenzioso del classico elettrico e per questo motivo consente maggiori rischi quando si vuole sfruttare una buona postazione di tiro.

Ovviamente il fucile da cecchino a molla ha dei pro e dei contro e non sempre un fucile sniper softair elettrico è peggiore. Ci sono casi in cui un semi automatico può essere migliore. Se vuoi approfondire l’argomento fucili di precisione ti consiglio di leggere il nostro articolo al riguardo:

Ma non sono solo un buon fucile softair e una buona mira a rendere “letale” un cecchino. Una giusta mimetizzazione è ciò che in asoluto lo rende più pericoloso. Per questo motivo, soprattutto in ambiente boschivo o innevato, i cecchini non si accontentano di una normale tuta mimetica, ma acquistano o costruiscono una ghillie suit per rendersi totalmente indistinguibili dalla vegetazione.

Ghillie suit softair

Come abbiamo appena detto, spesso i cecchini non si accontentano dei normali vestiti militari ma necessitano di una capacità di mimesi ancora più accentuata. In ambiente boschivo l’abbigliamento softair migliore per la mimetizzazione è indossare la ghillie suit.

I cecchini più scafati riescono a crearne una sul posto e a liberarsene nei momenti in cui necessitano di maggiore mobilità. La maggior parte dei softgunners però optano per una ghillie softair già pronta, acquistabile in diversi negozi di attrezzature per il softair e sui maggiori marketplace online. Già con circa 30/40 euro si possono acquistare ghillie suits di buona fattura. Nulla vi vieta di fabbricarvene una con le vostre mani ricavando striscioline da vecchie tute mimetiche softair e cucendole su un’altra tuta.

Come scegliere l’unifome softair

Il primo step nella scelta dell’abbigliamento softair è prendere accordi con i responsabili dell’associazione o del club con cui andrai a giocare. Molto spesso infatti, ci sono delle regole e delle limitazioni sulla scelta delle mimetiche softair utilizzabili. Alcune associazioni preferiscono che tutti i membri abbiano la stessa texture, altre vietano determinati tipi di abbigliamento riconducibili a idee politiche.

Una volta che avrai ben chiare le linee guida del tuo club d’appartenenza potrai acquistare la tua tuta mimetica softair. Ovviamente la scelta migliore che tu possa fare è scegliere una mimetica con colori adatti ai campi di gioco utilizzati dall’associazione. In Italia la maggior parte delle associazioni prediligono i campi di gioco boschivi, quindi una vegetata come quella dell’esercito italiano sarà perfetta. L’unica distinzione la farei per le associazioni dell’estremo sud, come Puglia e Sicilia, dove la vegetazione durante la maggior parte dell’anno è secca e tendente a colori dei toni del giallo, del marroncino, del bianco e del grigio. In quel caso una tuta mimetica softair in stile desertico è preferibile.

Se l’associazione con cui ti iscriverai ha più campi di gioco e non vuoi iniziare subito acquistando due o tre tute mimetiche, il mio consiglio è quello di scegliere una tuta mimetica Multicam, che ha una speciale colorazione adatta sia per ambiente boschivo, sia desertico.

Per gli scenari urbani i soliti toni di grigio e nero sono la scelta più utile. Qualsiasi sia la colorazione che sceglierai ricorda che le migliori tute mimetiche softair sono fatte in ripstop, un tessuto di cotone rinforzato che previene danneggiamenti come strappi e lacerazioni alla divisa. Utilissimi anche i rinforzi su ginocchia, gomiti e spalle, e un buon numero di tasche.

Mimetica softair

Mimetica softair per ambiente urbano

abbigliamento softair per campo di gioco urbano
Come già spiegato, questo genere di mimetica utilizza i toni del grigio, del nero e del bianco. Le tipologie di mimetica urbana softair sono ispirate alle reali mimetiche da combattimento e comprendono texture come: Urban Metro, Russian mod.21, Concrete, City Tiger, Swat Tactiger e Characoal.

Mimetica softair desert

uniformi softair per aree desertiche
La tuta mimetica in stile desert è quella che meglio si adatta ai paesaggi brulli e secchi. Nel sud Italia è la migliore per mimetizzarsi nella stagione calda e si tratta di un’uniforme softair che predilige i toni del giallo, del marrone e del bianco.

Tuta mimetica softair per ambiente boschivo

mimetica vegetata softair
Il boschivo è il campo di gioco principale del softari e di tute mimetiche softair con il motivo vegetato ne esistono moltissime. Sfrutano i toni del verde, del marrone e del nero per replicare i colori della vegetazione boschiva e della terra umida. Le mimetiche vegetate softair riprendono i motivi delle principali tute mimetiche militari per ambiente boschivo, come: Classic Woodland, DPM Inglese, Italia San Marco, French Lizard, Soviet Pink Woodland e German Flecktarn.

Tute mimetiche softair per ambiente notturno

mimetica softair notturna
Per motivi di risparmio, di solito di notte nelle partite softair si usano tute mimetiche vegetate scure o uniformi nere. Mi sembra giusto però ricordare che esistono delle tute mimentiche specifiche per ambiente notturno, come: Sky Blue, Elecric Blue, Midnight, Russian Shadow e Navy Midnight.

Tuta mimetica per ambiente innevato

tuta mimetica per la neve
In campo di gioco innevato spesso un abbigliamento softair completamente bianco è più che sufficiente. Se vuoi proprio avere il 100% del mimetismo allora potresti scegliere una mimetica softair con toni di bianco, grigio chiaro e marrone. In ambiente militare le principali mimetiche per la neve sono: Snow Tiger, Winter, Grey Snow e German Snow.

Tuta mimetica softair MarPat e CadPat

mimetica softair marpat digitale
Il top in termini di tuta mimetica sono i pattern digitali. In particolare in ambito militare la MarPat americana e la CadPat canadese presentano una texture a pixel che oltre a rendere molto difficile l’individuazione ad occhio nudo, impedisce la rilevazione ai raggi infrarossi.

Scarpe softair

Mil-Tec, Stivali uomo Multicam, Grigio (grigio), 11 UK
  • materiale Tomaia: FELTRO
  • MIL-TEC
  • 46 EU
  • multicam
Un aspetto che spesso viene sottovalutato nell’abbigliamento softair sono le scarpe, o meglio gli scarponi. Dovendosi muovere silenziosamente in un ambiente che può presentare ostacoli, terreni accidentati, pozze e ogni genere di insidia: avere degli scarponi softair comodi e asciutti è fondamentale. Per questo motivo un buono scarponcino da trekking o uno scarpone softair dedicato sono indispensabili.

Protezioni softair: Occhiali, Maschera e Guanti

occhiali softair e maschera softair
Infine una delle cose più importanti in assoluto dell’abbigliamento softair, ovvero le protezioni. Rigorosamente occhi coperti da occhiali tattici o rete (consiglio la rete per chi ha gli occhiali da vista perche riduce l’appannamento), viso coperto da maschera di protezione e non dimentichiamo il male che fanno i pallini su le mani. Per questo motivo fra le protezioni softair cito sempre anche i guanti. Su Amazon potete trovare un po’ di tutto e a prezzi vantaggiosi perciò non ti resta che consultare il catalogo e scegliere le protezioni più adatte alle tue esigenze.

Rispondi