tagliaerba che esegue mulching

Mulching: vantaggi e svantaggi della tecnica di taglio

Anni fa quando si parlava di taglio mulching erano in molti a storcere il naso. Infatti questa tecnica di taglio dell’erba ha preso fortemente piede negli USA e in zone dove i prati delle abitazioni hanno estensioni notevoli. In Italia, praticando il taglio dell’erba su superfici più piccole e spesso commettendo qualche errore, ci è servito più tempo per convincerci dei benefici del mulching.

Dopo qualche anno però, sia per l’insistenza dei produttori di macchinari per lo sfalcio dell’erba, sia per l’evidenza scientifica dei vantaggi apportati, anche in Italia il taglio mulching ha preso piede e viene praticato da moltissime persone con regolarità.

In questo articolo andremo ad analizzare con attenzione tutti i pro e contro del mulching rispetto al taglio dell’erba con raccolta del tagliato. In questo modo speriamo di aiutarti a fare una decisione ponderata e consapevole su quale sia la tecnica di taglio che si addice di più al tuo prato e alle tue esigenze.

Indice:

Cos’è il taglio mulching?

tecnica mulching

Il mulching è una tecnica di taglio resa possibile da appositi tagliaerba che anzichè raccogliere il tagliato nella sacca posteriore, lo direzionano verso un trituratore e lo ri-depositano sul manto erboso dopo averlo sminuzzato. Di solito sono necessari circa 3-4 mesi di tagli mulching per vedere i benefici che andremo ad elencare.

Questa tecnica è nata negli Stati Uniti dove i tempi e i costi di smaltimento dell’erba tagliata stavano incidendo notevolmente a livello economico. Infatti il taglio mulching azzera i tempi di smaltimento del rifiuto erboso e grazie alla sua azione di pacciamatura naturale del terreno, rifornisce lo stesso di nutrienti, evitando anche il costo e l’inquinamento indotto dai fertilizzanti.

Vantaggi del taglio mulching

I vantaggi del mulching sono molteplici e non si limitano al semplice risparmio di tempo, qui di seguito vi farò un lungo elenco dei benefici dell’adottare questa tecnica di taglio:

  • Il prato si autofertilizza: i piccoli residui d’erba depositati con il taglio contengono molti sali minerali e sostanze organiche che vanno a nutrire il prato decomponendosi. Inoltre rallentano l’evaporazione dell’acqua contenuta nel terreno e riducono il rischio che esso soffra di siccità.
  • Minori tempi di taglio: il mulching è una tecnica di taglio di superficie, che per essere eseguita correttamente deve asportare il terzo superiore della lunghezza del filo d’erba. Questo significa che se il vostro prato ha una lunghezza di 6cm, per eseguire un taglio mulching ottimale dovrete tagliare i due centimetri superiori portandolo ad una lunghezza di 4cm. Il taglio con raccolta invece si esegue più di rado ma con una percentuale di sfalcio superiore al 1/3 del mulching. Questo significa che con il taglio a raccolta dovrete procedere più lentamente, a volte addirittura passando due volte tutta la superficie. Inoltre nel taglio mulching risparmierete tutte le fasi di svuotamento della sacca di raccolta e quindi ridurrete ulteriormente il tempo di taglio.
  • Azzeramento tempi di smaltimento: come avrai intuito, non dovendo raccogliere l’erba tagliata non sarà più necessario recarsi alla discarica per disfarsi del tagliato.
  • Risparmio economico e sostenibilità del non utilizzo di fertilizzanti: il nutrimento che il mulching apporta al prato grazie alla sua autopacciamatura, comporta una necessità di fertilizzazione molto minore rispetto ad un prato rasato con tecnica tradizionale. In particolare potrete eliminare completamente la fertilizzazione con azoto e potassio e ridurre del 25% la fertilizzazione con nitrogeno.
  • Ostacola la proliferazione di infestanti e di muffe: se eseguito correttamente, il mulching rende il terreno meno ospitale per le erbe infestanti e previene la formazione di muffe.
  • Il prato risulta più brillante: la frequenza di rasatura più alta del normale e il miglior apporto nutritivo comportano un aspetto del prato più sano e vitale con colori vivaci e brillanti.
  • Maggiore durata della vita del tagliaerba: tagliare con tecnica classica l’erba del prato è un lavoro che comporta uno sforzo notevole per il motore e le parti meccaniche del tagliaerba. Utilizzare la tecnica mulching riduce l’usura del rasaerba e prolunga la vita del suo motore.
  • Possibilità di utilizzare il tagliato come concime per le verdure: i residui d’erba sminuzzata sono ottimi da utilizzare nelle aiuole coltivate per concimare le verdure e oltre ad apportare nutrimento prevengono la formazione di erbacce.

erba sminuzzata con mulching

Svantaggi del taglio mulching

A fronte di tantissimi vantaggi del taglio mulching, non si possono trascurare nella valutazione globale anche alcuni svantaggi di questa tecnica. Qui di seguito andremo a evidenziarne i fattori negativi:

  • Necessità di acquisto di un tagliaerba apposito: come avrai capito, non tutti i tagliaerba in commercio possono eseguire il taglio mulching. Questo significa che per utilizzare questa tecnica di sfalcio del prato, devi verificare se il tagliaerba che possiedi, sia esso a spinta, a trazione o robotizzato, supporta questo tipo di taglio. Altrimenti sarai costretto a cambiare tagliaerba per adoperare questa tecnica.
  • Maggiore frequenza di taglio: mentre per il classico taglio con raccolta, la rasatura del prato viene fatta ogni 10/15 giorni, per il taglio mulching la frequenza ideale è ogni 5/7 giorni. Questo perchè, come detto in precedenza, dovrai abbassare l’altezza del prato solamente di 1/3 del totale, in modo da agevolare la decomposizione del triturato e prevenire accumuli di erba non ben sminuzzata che può soffocare il prato sottostante.
  • Necessità di pulizia accurata del tagliaerba: il tragitto che il filo d’erba tagliato deve compiere all’interno de tagliaerba per raggiungere il trituratore e poi depositarsi è lungo. Per questo motivo un tagliaerba non perfettamente pulito potrebbe impedire il corretto funzionamento del mulching system. Questo comporterebbe una triturazione non fine del tagliato e antiestetetici, oltre che dannosi, accumuli di erba maciullata sul prato.
  • Maggiori consumi di miscela in caso di tagliaerba a scoppio: dovendo rasare il prato ogni 5/7 giorni anzichè ogni 15gg è inevitabile che i consumi di combustibile di un tagliaerba a scoppio siano maggiori. Non essendo la miscela propriamente economica, bisogna valutare anche questo aspetto. Più avanti comunque faremo un resoconto dettagliato dei costi di entrambe le tecniche.
  • Rischio di malattie fungine se praticato scorrettamente: come accennato poco fa, un triturato non fine o un taglio superiore a 1/3 dell’altezza totale comportano un accumulo di erba non ben sminuzzata. Questi accumuli non possono smaltire correttamente i nutrienti e rischiano di rimanere a lungo in decomposizione sul prato, creando una via preferenziale per le malattie fungine.
  • Pulizia visiva del prato minore: a meno che possediate un robot tagliaerba, il taglio mulching eseguito manualmente non ha un impatto visivo di perfetta pulizia. Questo perchè almeno il primo giorno, dopo il taglio il materiale residuo di erba sarà visibile a occhio nudo.

Meglio mulching o raccolta quindi?

meglio mulching o raccolta

Senza ombra di dubbio meglio il taglio mulching a patto che siate disposti a mantenere la giusta frequenza di taglio. Se sai già di non avere il tempo per eseguire un taglio d’erba a settimana, ti consiglio di proseguire con la tecnica classica e magari di aspettare il fine vita del tuo tagliaerba per acquistare un robot tagliaerba di qualità, che esegua il mulching al posto tuo.

Qui puoi vedere i migliori robot tagliaerba sul mercato e capire perchè sono così utili

Come tagliare l’erba con tecnica mulching

Come abbiamo già accennato una corretta esecuzione del taglio mulching è fondamentale per ottenere tutti i vantaggi da questa tecnica, senza incorrere in alcuni inconvenienti. Per una corretta esecuzione del taglio è necessario che:

  • L’erba sia perfettamente asciutta
  • L’altezza di taglio selezionata sul tagliaerba vada ridurre l’altezza complessiva del filo d’erba di 1/3 del totale
  • La frequenza di taglio sia settimanale o anche inferiore in caso di necessità
  • Il tagliaerba deve essere ben pulito prima del taglio
  • La lama del tagliaerba deve essere sempre ben affilata
  • Il taglio deve essere eseguito con uno schema a serpentina (come in figura sottostante)

taglio mulching con schema a serpentina

Costi della tecnica mulching?

Come abbiamo visto, l’unico vero ostacolo per iniziare a utilizzare il taglio mulching è possedere un tagliaerba che possa eseguirlo. Per quanto riguarda gli altri costi possiamo segnalare come degno di nota solo l’incremento di consumo di miscela (in caso di tagliaerba a scoppio) dovuto alla maggiore frequenza di taglio. Per quanto riguarda però i costi di smaltimento e l’abbattimento dell’uso di fertilizzanti esterni, il taglio mulching ha notevoli vantaggi anche dal punto di vista economico.

Se volete approfondire il discorso sulla comparazione dei costi fra taglio mulching e taglio con raccolta, vi consiglio questo interessante articolo di Motogarden.net riguardante un esperimento durato 5 mesi nel quale due aree di prato identiche son state sfalciate una con tecnica mulching e l’altra con tecnica classica. Io stesso sono rimasto sbalordito della differenza di costi e di tempistiche totali fra le due tecniche.

Taglio mulching con polverizzazione

I principali produttori di tagliaerba con mulching system stanno facendo a gara a chi offre il sistema di sminuzzamento più efficiente. la naturale evoluzione di questa gara al rialzo delle prestazione sembra essere il mulching polverizzante. In particolare l’azienda Grin, un’azienda italiana specializzata in tagliaerba, è al momento leader in questo genere di tecnologie che riducono ulteriormente la possibilità di errore dell’operatore e liberano dall’effetto antiestetico che si ottiene il primo giorno dopo l’esecuzione del taglio mulching convenzionale.

Errori nel taglio mulching

Quali sono quindi questi fantomatici errori in cui si può incappare per inesperienza in questa tecnica. Il primo fra tutti è l’errata frequenza di taglio. Se non si utilizza una cadenza stretta si rischia infatti di asportare più di 1/3 della lunghezza della foglia d’erba, producendo più residui del dovuto e andando incontro ad una difficoltà di decomposizione naturale.

Un altro errore comune è quello di tagliare il prato al mattino, quando seppur sembri asciutto, il prato è ancora ricco di umidità e la triturazione del tagliato non avverrà adeguatamente, comportando un antiestetico (e dannoso per il prato) effetto a zolle.

Il terzo errore più comune è quello di eseguire il taglio sempre nello stesso senso, riducendo la possibilità del tagliaerba di catturare adeguatamente i fili d’erba e comportando quindi un taglio meno efficace dal punto di vista dello sfoltimento.

Infine l’ultimo degli errori tipici di chi esegue per le prime volte il taglio mulching è quello di trascurare la pulizia del tagliaerba dopo l’utilizzo. Sebbene sia un aspetto importante anche nel taglio classico, in caso di utilizzo della tecnica mulching, la pulizia della macchina riveste un ruolo ancora più importante per ottenere una triturazione bella fine.

Migliori tagliaerba per taglio mulching

tagliaerba con sacco di raccolta

Premetto che non esiste un tipo di tagliaerba che sia, in termini di tecnologia, migliore dell’altro nell’esecuzione del mulching. Esistono però degli aspetti che li differenziano e che possono renderli più o meno adeguati alle tue esigenze.

Tagliaerba elettrici e mulching

data la necessità di potenza inferiore richiesta per l’esecuzione del taglio mulching rispetto al taglio classico, i tagliaerba elettrici sono perfetti per questa tecnica. Il loro basso costo di utilizzo li rende ideali appunto per i tagli frequenti che comporta il mulching e non dovendo mai praticare tagli oltre 1/3 dell’altezza la durata del motore del tagliaerba elettrico si prolungherà di molto.

Tagliaerba a scoppio e mulching

Il tagliaerba a scoppio, sia esso a spinta o a trazione, presenta prestazioni fin troppo brillanti per utilizzarlo per il mulching. La sua grande potenza e la resistenza del motore, rendono questa tecnica molto semplice da eseguire ma i tagli più frequenti comportano un consumo maggiorato di miscela. Per questo motivo, potendo scegliere, per il mulching il tagliaerba elettrico è una soluzione molto più economica sia come acquisto inziale sia come costi fissi.

Tagliaerba a scoppio e mulching polverizzante

Tutt’altro discorso però, va fatto per un tagliaerba a scoppio che possa fare un taglio mulching polverizzante. In questo caso sì che la potenza maggiorata del motore a benzina rispetto all’elettrico ha ragione di esistere. Sminuzzare l’erba fino a polverizzarla aumenterà ulteriormente l’efficacia dei benefici apportati dalla tecnica mulching e i costi della miscela consumata in più, avrebbero una giustificazione data dalla qualità del taglio.

Robot tagliaerba e mulching

robot tagliaerba con mulching system

Infine il re indiscusso del mulching ovvero il robot tagliaerba. Questi robottini sono perfetti per questa tecnica perchè potrai dimenticarti della frequenza di taglio, della soglia di abbassamento di 1/3 e dell’umidità del terreno. Sarà il robot tagliaerba stesso a fare tutte queste valutazioni. Questa è la soluzione migliore per chi ha compreso i benefici del taglio mulching ma ha paura di non avere tempo o voglia di tagliare molto frequentemente il prato.

Prosegui leggendo questo nostro articolo se vuoi avere un consiglio all’acquisto sul miglior robot tagliaerba per le tue esigenze.

Taglio mulching e formazione di feltro: mito o realtà?

Uno dei motivi per cui la diffusione del taglio mulching in Italia è stata così lenta è stata l’errata convinzione che questa tecnica di taglio dell’erba agevolasse la formazione di feltro. Il feltro è quel sottile strato di erba morta che tende ad accumularsi (solitamente in piccole quantità) sul terreno del prato.

La presenza del feltro è totalmente normale in tutti i prati, indipendentemente da come vengano falciati. Esso è sinonimo di una difficoltà di smaltimento, tramite decomposizione, di foglie, radici e steli morti. Con numerosi test eseguiti comprando la formazione di feltro su prati tagliati con tecnica classica, rispetto a prati falciati con il mulching, è stato dimostrato che non vi è correlazione fra tecnica di taglio e proliferazione del feltro.

Utilizzo dell’erba tagliata con tecnica mulching per concimare le verdure

Il termine mulching oltre a identificare la tecnica di taglio dell’erba vista fin’ora, sta ad indicare anche un particolare metodo di concimazione degli ortaggi. Esso avviene cospargendo il terreno coltivato di piante sminuzzate. Deponendole in maniera non uniforme sul terreno si viene a creare una sorta di coperta che riduce di molto la perdita di liquidi del terreno causata dall’evaporazione. Questo è un ottimo modo di utilizzare eventuali eccessi di erba triturata (dovuti ad un taglio eseguito con frequenza non abbastanza ravvicinata) per evitare di lasciarli sul prato a “soffocare” l’erba sottostante.

Se vuoi approfondire questo aspetto del taglio mulching, ti consiglio la lettura di questo articolo sull’utilizzo dell’erba sminuzzata come concime naturale per le verdure.

Rispondi